Home Chi sono Psicoterapia Disturbi Articoli ACT Contatti

DIPENDENZE DA INTERNET

Il grande utilizzo, negli ultimi anni, di internet ha portato alla luce nuove classi di disturbi collegati alla dipendenza dalla rete che sono stati catalogabili all’interno del disturbo ossessivo-compulsivo.

 

Come fatto notare da un sempre maggior numero di psichiatri un utilizzo eccessivo di internet porta progressivamente a delle difficoltà in ambito relazionale, il quale viene sempre più assorbito dalla esperienza virtuale.

Al momento all’interno della comunità scientifica si sta cercando di valutare se la dipendenza da internet sia equiparabile a quelle ben più radicate nel tempo come droga o alcool. Nonostante siano indubbi gli effetti negativi che tale comportamento possa portare alla persona è al momento oggetto di indagine quanto questo possa essere considerato un disturbo psichiatrico primario.

Le problematiche riportate a causa dell’abuso della rete sono:

  • nell’ambito relazionale e familiare (il virtuale acquista più importanza del reale, nel quale il soggetto tende ad estraniarsi)
  • nell’ambito lavorativo e scolastico (l’eccessivo uso della rete provoca un disinteresse verso queste sfere con alterazioni del ritmo sonno-veglia quando l’utilizzo è notturno)
  • nell’ambito della salute (disturbi del sonno, scarsa cura di sé, mal di testa)  
  • nell’ambito finanziario (quando ad es. il soggetto si dedica a giochi d’azzardo on-line)

 

K. Young ha indicato 5 tipi specifici di dipendenza on-line: 

  1. Dipendenza cibersessuale: soggetti soliti allo scaricamento e all’utilizzo compulsivo di materiale pornografico
  2. Dipendenza ciber-sessuale: tendenza ad instaurare relazioni con persone conosciute on-line. L’aspetto centrale di questo aspetto è la possibilità per il soggetto, attraverso l’anonimato, di attribuirsi caratteristiche anche molto lontane da quelle realmente sue. Col passare del tempo tali amicizie diventano più importanti di quelle reali, che vengono quindi trascurate.
  3. Net Gaming o Net Compulsion (Gioco d’azzardo patologico ondine): qui il soggetto investe spesso forti somme di denaro per sfidare la fortuna con giochi d’azzardo o entra in siti d’aste.
  4. Sovraccarico cognitivo o Eccesso di informazioni: Gli individui trascorrono sempre maggiori quantità di tempo nella ricerca e nell’organizzazione di dati dal Web
  5. Gioco al computer: oltre i giochi d’azzardo vi è questa categoria in cui la persona, sempre nell’anonimato, si costruisce una identità fittizia con lo scopo di partecipare a giochi interattivi.

 

Griffith, nel 1997, sostiene che le dipendenze da prodotti tecnologici, tra cui Internet appunto, condividono con le dipendenze da sostanze alcune caratteristiche essenziali:

  • Dominanza (salience): L’attività o la droga dominano i pensieri ed l comportamento del soggetto, assumendo un valore primario tra tutti i suoi interessi;
  • Alterazioni del tono dell’umore: L’inizio dell’attività o l’assunzione della sostanza provoca cambiamenti nel tono dell’umore, il soggetto può esperire un aumento dell’eccitazione o maggiore rilassatezza come diretta conseguenza dell’incontro con l’oggetto della dipendenza;
  • Tolleranza: Bisogno di aumentare progressivamente la quantità di droga o l’attività per ottenere l’effetto desiderato;
  • Sintomi di astinenza: Malessere psichico e/o fisico che si manifesta quando si interrompe o si riduce il comportamento o l’uso della sostanza;
  • Conflitto: Conflitti interpersonali tra il soggetto e coloro che gli sono vicini, e conflitti intrapersonali interni a sé stesso, a causa del suo comportamento dipendente;
  • Ricaduta: Tendenza a ricominciare l’attività o l’uso della droga dopo averla interrotta.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione